News / Tecnologia e innovazione
27/11/2017

L'ampliamento di Unit 5: una sfida 4.0
A 50 anni dalla nascita, Friul Intagli Industries continua la sua evoluzione.

All’interno del progetto POR FESR 2014-2020 e preso atto della necessità di Friul Intagli Industries di ampliare i propri siti produttivi, l’Azienda ha scelto di intraprendere un processo di totale innovazione dei propri impianti, volto ad una maggiore connettività tra le parti.
L’attività di interconnessione tra le linee produttive è partita da Unit 5, con un ampliamento di 45.000 mq, dove si è dato vita ad un progetto pilota di infrastruttura hardware/software che permette uno scambio dati bidirezionale tra le macchine ed i sistemi superiori.
Nasce così un complesso sistema di acquisizione e lettura dei dati, in grado di comandare anche le componenti di automazione attraverso interfacce utente dedicate.
Un sistema intelligente e flessibile, in grado di adattarsi alle diverse configurazioni impiantistiche, in cui tutte le attività sono costantemente monitorate ed analizzate per essere trasmesse in tempo reale ai supervisori delle varie linee produttive.
Vengono inoltre rilevati i dati significativi (configurati nel dettaglio macchina per macchina) relativi al setup ed alle condizioni ambientali, collegati all’ordine di produzione ed alla qualità prodotta, in modo da poter tracciare con il tempo le correlazioni necessarie al fine di incrementare l’efficienza produttiva.
L’ambizioso obiettivo che l’Azienda si è posta, è quello di arrivare ad estendere nei prossimi 2 anni la nuova struttura interconnessa a tutte le unità produttive.